Telefon: +385 (0)52 874 505 | E-mail: tz-rasa@rasa.hr

Tunarica e Ubac

Val di Tonni

Insenatura e piccolo abitato di pescatori sul Canal d’Arsa. Un tempo la popolazione si occupava tradizionalmente di pesca e marineria, e erano noti specialmente per la pesca dei tonni. Nella preistoria quest’area era abitata in modo consistente (numerosi i castellieri ed i tumuli registrati). All’epoca romana nei paraggi di Val de Tonni si trovava uno dei due passaggi  per il transito del Canal d’Arsa. Dal Seicento in poi l’area era posseduta dai Battiala che vi costruirono una residenza estiva, i cui resti sono visibili tuttora nelle vicinanze della struttura alberghiera. Nel 1972 è stato aperto l’auto campeggio.

 

Penisola di Ubas

Penisola e promontorio sul lato est dell’entrata nel Canal d’Arsa. La penisola di Ubas è nel contempo il punto più a meridione della zona albonese. Il faro, costruito nel 1887, assicurava l’entrata e la navigazione nel Canal d’Arsa, allora molto importante. Sulla penisola si trovano i resti di due castellieri preistorici e della chiesetta medievale di S. Nicolò. Dall’epoca veneta in poi la penisola era posseduta dalla famiglia Battiala. Nel corso della IIa guerra mondiale vi si trovava il più importante ospedale partigiano dell’area albonese. Nel 1944 sulla penisola fu operante il Quartiere generale di tutte le unità partigiane dell’Istria. Nello stesso periodo i tedeschi fecero saltare in aria il faro ritenendolo sede dell’ospedale partigiano. Oggi la penisola ha lo status di territorio protetto grazie alla sua vegetazione mediterranea custodita e al suo notevole patrimonio zoologico.