Telefon: +385 (0)52 874 505 | E-mail: tz-rasa@rasa.hr

Sveta Marina – Santa Marina

Turistička Zajednica RašaLocalitaSveta Marina – Santa Marina

Pittoresca località litoranea, situata sulla sponda orientale dell’Istria. Una piccola penisola ricoperta da oliveti e con la chiesa di S. Marina richiude l’amena insenatura sul cui sfondo si trova l’omonimo insediamento e una fertile valle. Le tracce più antiche di insediamenti del luogo vanno ricercate nei castellieri limitrofi e nei cumuli litici databili all’era del bronzo. La favorevole posizione strategica, il clima mite e la terra fertile hanno favorito la colonizzazione di famiglie romane nel I e II secolo. Una costruzione romana si trovava sull’estrema parte meridionale della penisola, sul luogo dove oggi si trova la chiesa di S. Marina. In questo posto esisteva una villa rustica, le cui tracce erano visibili fino all’inizio del XX sec. In quel tempo, poco distanti dalla villa, furono ritrovati i resti di una piccola necropoli. Dell’epoca tardo antica e alto medievale sono conservati frammenti di vetro rinvenuti presso la chiesa e un pezzo di transenna di finestra della primordiale chiesa. La chiesa venne riedificata nel XII/XIII sec., mentre nelle adiacenze si trovava il cimitero medievale. L’esistenza della chiesa suggerisce pure l’esistenza di un abitato medioevale le cui tracce non sono ancora ubicate. Secondo una tradizione locale, nei paraggi della chiesa si trovava un convento di monache. Nemmeno del periodo veneto esistono tracce, benché nell’insenatura vi operasse un piccolo porto. Lo sviluppo di S. Marina è legato in particolar modo alla tradizione marinara: significativo era il numero dei trabaccoli ormeggiati nella baia. All’inizio del XX sec. l’insediamento disponeva di un negozio, di un’osteria, e di una postazione di finanza per la lotta contro il contrabbando sul mare. A Santa Marina dal 1905 al 1919 era operante una scuola in lingua croata, aperta dalla Società dei Ss. Cirillo e Metodio.

Dopo la guerra inizia la decadenza dell’abitato, una parte della popolazione si trasferisce nelle città maggiori, oppure abbandona l’allora Jugoslavia; viene chiusa la scuola; i velieri vengono nazionalizzati. S. Marina rivive un nuovo sviluppo negli anni Ottanta, quando la località prende l’indirizzo turistico. Nel 1981 viene aperto l’auto campeggio per 400 persone, mentre attualmente la sua capacità è aumentata e portata a 750. Oggi Santa Marina è completamente rivolta al turismo, e oltre al menzionato auto campeggio gli abitanti dispongono di notevoli capacità ricettive, si dedicano all’attività alberghiera, mentre nell’auto campeggio funziona anche un centro per gli sport subacquei.

 

Chiesa di santa Marina

La chiesa di santa Marina è situata nella parte meridionale della penisola. L’elemento più vetusto di detta costruzione è stato rinvenuto dal dott. Branko Fučić, verso la metà del secolo scorso, su un vicino cumulo di pietre. Si tratta di un frammento di transenna di una finestra databile nel primo medio evo. Purtroppo è l’unico elemento finora trovato del periodo più vecchio della chiesa. Con sicurezza si può dire che la seconda fase dell’edificio è del XII/XIII sec. quando la chiesa riceve sembianze romaniche con l’abside inscritta. Nel corso dei lavori di ristrutturazione tra il 1925 e il 1926 l’abside è stata smantellata, mentre l’originale pavimentazione in grandi, regolari lastre di pietra è stata ricoperta di cemento. Con ciò la chiesa è stata irrimediabilmente deturpata, tendenza continuata fino ai giorni nostri (ne è esempio il recente riattamento dell’atrio). La suppellettile della chiesa è nuova, mentre la sua pala d’altare, della prima metà del Settecento, è custodita attualmente nell’ambito della raccolta sacra di Pedena.